18 Aprile 2019

Incentivo Occupazione NEET 2019

L’INPS illustra le modalità di fruizione per l’anno in corso dell’incentivo Occupazione NEET

L’INPS, con circolare numero 54 del 17 aprile 2019 illustra le modalità di fruizione per l’anno in corso dell’incentivo Occupazione NEET (Not in Education, Employment or Training).

In particolare la circolare precisa quali sono:

i requisiti del lavoratore: in sintesi, deve essere di età compresa tra i 16 ai 29 anni di età; non deve essere inserito in un percorso di studio o formazione; deve essere iscritto al programma Garanzia Giovani.

i datori di lavoro ammessi all’incentivo: tutti quelli in regola con gli obblighi contributivi e con le norme in materia di sicurezza sul lavoro e che rispettano il CCNL, nonché gli accordi regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti, stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale.

i rapporti di lavoro incentivati: l’incentivo può essere riconosciuto per le assunzioni a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione e per  i  rapporti  di  apprendistato  professionalizzante. Nell’ambito  delle  tipologie  contrattuali  ammesse,  l’incentivo  spetta  sia  in  ipotesi  di  rapporti  a tempo pieno che a tempo parziale. Il  beneficio  è  escluso  espressamente  nelle  ipotesi  di  assunzione  con  contratto  di  lavoro domestico o intermittente e nelle ipotesi di prestazioni di lavoro occasionale. L’agevolazione  non  può  essere  riconosciuta  nelle  ipotesi  di  trasformazione  a tempo  indeterminato  di  rapporti  a  termine.  Ciò  perché,  nelle  ipotesi  di  trasformazione  il giovane  non  avrebbe  il  requisito  fondante  il  beneficio,  ovvero  la  condizione  di  NEET  alla  data dell’evento incentivabile.

l’ammontare del “Bonus NEET 2019”: consiste in uno sgravio della contribuzione INPS a carico del datore di lavoro, con esclusione dell’INAIL, per un importo massimo di 8.060,00 euro per il primo anno di assunzione, da applicare su base mensile. L’esonero della contribuzione per il datore di lavoro è quindi pari ad un massimo di 671,66 euro mensili (€ 8.060,00/12); la somma va riproporzionata a 21,66 euro (€ 671,66/31) per ogni giorno di fruizione dell’esonero contributivo per assunzioni avviate o risolte durante il mese. La stessa somma mensile deve essere riproporzionata in base alla percentuale di part-time per i contratti di lavoro a tempo parziale. Il bonus è cumulabile con il “Bonus Giovani”.

gli adempimenti per il datore di lavoro: il bonus assunzioni NEET 2019 è subordinato ai limiti di capienza degli stanziamenti, pari per l’anno in corso a 160 milioni di euro. Pertanto il datore di lavoro prima di usufruire dello sgravio deve effettuare una verifica, tramite l’INPS, degli eventuali fondi residui. Dopo di che, dovrà presentare all’INPS il modulo di istanza preliminare “NEET”, disponibile online nel “Portale delle agevolazioni (ex DiResCo)”, indicando i dati del lavoratore che si intende assumere con gli incentivi; la regione e la provincia ove si effettuerà la prestazione lavorativa; l’importo della retribuzione mensile media (comprese 13a e 14a); l’aliquota contributiva datoriale; l’eventuale cumulabilità con altro sgravio.

L’INPS quindi verifica i dati del lavoratore e del datore di lavoro, calcola l’importo spettante, verifica se sussiste la copertura finanziaria per l’incentivo richiesto e infine informa che è stato prenotato in favore del datore di lavoro l’importo dell’incentivo per l’assunzione del lavoratore indicato nell’istanza preliminare.

Per consultare la circolare clicca qui:

https://www.inps.it/CircolariZIP/Circolare%20numero%2054%20del%2017-04-2019.pdf