Fondo previdenza Mario Negri

Il Fondo “Mario Negri” rappresenta la forma pensionistica complementare applicabile ai dirigenti del settore terziario, distribuzione e servizi o, comunque, dipendenti da aziende che rientrano nel campo di applicazione del presente contratto. L’iscrizione al Fondo è dovuta per tutti i dirigenti cui si applichi il presente CCNL e, comunque, i dirigenti di aziende comprese nella sfera di applicazione del presente contratto, per tutta la durata del rapporto di lavoro con detta qualifica.

A decorrere dal 1° gennaio 2003 il contributo dovuto per ogni dirigente iscritto al Fondo è composto da un contributo ordinario ed un contributo integrativo determinati in percentuale su una retribuzione convenzionale annua di € 59.224,54.

Il contributo ordinario[1] è dato dalla somma del contributo a carico del datore di lavoro e del contributo a carico del dirigente pari rispettivamente al 10,14% e 1% della retribuzione convenzionale annua. Il contributo a carico del datore di lavoro è fissato all’ 11,88% a decorrere dal 1° gennaio 2016, al 12,11% a decorrere dal 1° gennaio 2017 e al 12,35% a decorrere dal 1° gennaio 2018.

Il contributo integrativo, comprensivo della quota di cui all’accordo specifico a titolo di contributo sindacale, a carico del datore di lavoro, è pari all’l,48% della retribuzione convenzionale annua e confluisce nel conto generale. Ferma restando la retribuzione convenzionale, il contributo integrativo è pari al 2,03% a decorrere dal 1 gennaio 2016, al 2,07% a decorrere dal 1° gennaio 2017 e al 2,11% a decorrere dal 1 gennaio 2018.

Il Fondo Mario Negri, ai fini di previdenza complementare, accoglie separatamente il

Trattamento di Fine Rapporto comunque conferito.

 

[1] Il contributo ordinario a carico del datore di lavoro per i dirigenti di prima nomina a decorrere dall’anno 2004, è pari al 2,84% della retribuzione convenzionale annua. Ferma restando la retribuzione convenzionale, il suddetto contributo a decorrere dall’anno 2016 è pari al 3,97%, a decorrere dall’anno 2017 è pari al 4,05%, a decorrere dall’anno 2018 è pari al 4,13%.


Vedi Argomenti