ASSENZE DEL LAVORATORE E COVID-19 – SCHEMA RIASSUNTIVO | Adlabor

Tipologia

di Assenza

Riferimento

normativo

Trattamento

economico

Computata nel comporto  

Procedura

 

Note

Quarantena sanitaria

– art. 26,

D.L. 18/2020

– INPS, mess. n. 3871/2020

Equiparato alla malattia  

NO

L’ASL competente deve rilasciare un apposito provvedimento e la stessa ASL deve comunicarlo al medico di famiglia. Il medico di famiglia deve emettere certificato di malattia specificando che si tratta di quarantena sanitaria. Il certificato può essere retroattivo fino alla data del provvedimento dell’ASL. Il lavoratore può lavorare in modalità smart working se compatibile con la quarantena.
Quarantena per ordinanza amministrativa

 

– art. 19, D.L. 104/2020

– INPS, mess. n. 3653/2020

Non retribuito NO

Il datore di lavoro, non essendo possibile in questo caso procedere con il riconoscimento della malattia o dell’assenza per quarantena, può attivare:

– CIGO, CIGD, FIS,

– Smart-working (qualora sia compatibile con l’attività svolta),

o concordare con il lavoratore la fruizione di ferie/congedi.

 

Malattia del lavoratore per infezione da Covid-19

– art. 26, co.6, D.L. 18/2020

– INPS, mess. n. 3653/2020

Equiparato alla malattia ordinaria SI*L’Art. 87 d.l. 18/2020, come modificato dalla L. 126/2020, esclude la malattia da Covid-19 dal comporto solo per i lavoratori delle pubbliche amministrazioni

Non è necessario alcun provvedimento dell’ASL competente, ma è sufficiente un ordinario certificato di malattia del proprio medico curante.

 

Lavoratore con sintomi Covid

  Equiparato alla malattia ordinaria SI Il medico di base, una volta accertati i sintomi, qualora ritenga che sussista il rischio di positività del paziente, in attesa del tampone, emette un certificato di malattia ordinaria.

 

Se il tampone:

– è negativo, il lavoratore rientra al termine del certificato.

– è positivo: il medico emette un nuovo certificato con ulteriori prescrizioni e una nuova data di scadenza.

Infezione da Covid-19 contratta sul lavoro

– art. 42, co 2, D.L. 18/2020 Equiparato ad infortuino sul lavoro:

indennità INAIL più integrazione azienda.

NO*in quanto l’assenza sarebbe attribuibile a responsabilità datoriale

 

Necessario certificato medico ordinario

 
Lavoratore sottoposto a quarantena da parte di Autorità di un Paese straniero – INPS, mess. n. 3653/2020

Nessuno: la legge (art. 26, d.l. 18/2020) tutela solo il lavoratore la cui quarantena sia stata disposta con provvedimento dell’autorità sanitaria italiana.

NO

Il datore di lavoro, non essendo possibile in questo caso procedere con il riconoscimento della malattia o dell’assenza per quarantena, può attivare,:

– CIGO, CIGD, FIS,

– Smart-working (qualora sia compatibile con l’attività svolta),

o convenzionare con il lavoratore la fruizione di ferie/congedi.

 


Vedi Argomenti