Normativa

09 ottobre 2018 - Normativa

Privacy – Registro dei trattamenti – istruzioni del Garante

Privacy - Registro dei trattamenti dei dati personali – Sul sito del Garante le nuove istruzioni per la tenuta

 Leggi tutto...

03 ottobre 2018 - Normativa

CIGO e CIGS – nuove procedure informatiche INPS

CIG: nuove procedure informatiche INPS su controllo limiti temporali ed elenco beneficiari

 Leggi tutto...

02 ottobre 2018 - Normativa

Nuovi codici contratto Uniemens

Nuovi codici contratto Uniemens dal periodo di paga di ottobre 2018

 Leggi tutto...

01 ottobre 2018 - Normativa

Contrasto alla delocalizzazione produttiva

Delocalizzazione produttiva - Misure di contrasto

 Leggi tutto...

26 settembre 2018 - GiurisprudenzaNormativa

Licenziamento – Indennità- Illegittimo il criterio di determinazione dell’indennità previsto dal Jobs Act.

La Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo l’articolo 3, comma 1, del Decreto legislativo  n. 23/2015 sul contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, nella parte non modificata dal successivo Decreto legge n.87/2018, cosiddetto“Decreto dignità” –che determina in modo prefissato l’indennità spettante al lavoratore ingiustificatamente licenziato.

In particolare, secondo la Corte Costituzionale, la previsione di un’indennità crescente in ragione della  sola anzianità di servizio del lavoratore è contraria  ai principi di ragionevolezza e di uguaglianza e contrasta con il diritto e la tutela del lavoro sanciti dagli articoli 4 e 35 della Costituzione.
Tutte le altre questioni di incostituzionalità sollevate relative ai licenziamenti sono state invece dichiarate dalla Corte inammissibili o infondate.
La sentenza sarà depositata nelle prossime settimane.
19 settembre 2018 - Normativa

Aziende in crisi – ritorna la CIGS per cessazione di attività

Ritorna la CIGS per cessazione di attività delle aziende in crisi

 Leggi tutto...

10 settembre 2018 - Normativa

Incentivi per assunzioni: documento ANPAL

Incentivi per assunzioni: pubblicata dall'ANPAL una sintesi dei requisiti necessari ad accedere agli incentivi per assunzioni "Occupazione Mezzogiorno" e "Occupazione NEET"

 Leggi tutto...

05 settembre 2018 - Normativa

Privacy: Decreto di raccordo tra la normativa italiana e il GDPR

Pubblicato il D.Lgs. 101/2018 con le norme di raccordo tra la legislazione italiana in materia di privacy ed il GDPR. Entra in vigore il 19 settembre 2018

 Leggi tutto...

21 agosto 2018 - Normativa

Convertito con legge n. 96 del 9 agosto 2018 il Decreto Dignità.

La legge n. 96/2018 che ha convertito con alcune modifiche il D.L. n. 87/2018 (c.d. "decreto dignità") è entrata in vigore il 12 agosto 2018. Indichiamo di seguito le principali novità.

 Leggi tutto...

02 agosto 2018 - Normativa

Certificato telematico e visite fiscali

Certificato telematico e visite fiscali

L’INPS ha pubblicato una guida sulla certificazione telematica e sulle visite mediche di controllo, ricordando in particolare che:

  • il lavoratore deve contattare prioritariamente il proprio medico curante che ha il compito di redigere e trasmettere il certificato in via telematica all’INPS. Certificato e attestato cartacei (l’attestato indica solo la prognosi, ossia il giorno di inizio e di fine presunta della malattia; il certificato indica la prognosi e la diagnosi, ossia la causa della malattia) sono accettati solo quando non sia tecnicamente possibile la trasmissione telematica.
  • il medico deve inserire nel certificato (solo se ricorrono) l’indicazione dell’evento traumatico e la segnalazione delle agevolazioni per cui il lavoratore, privato o pubblico, sarà esonerato dall’obbligo del rispetto della reperibilità.
  • il lavoratore deve prendere nota del numero di protocollo del certificato e controllare l’esattezza dei dati anagrafici e dell’indirizzo di reperibilità per la visita medica inseriti. Può inoltre verificare la corretta trasmissione del certificato tramite l’apposito servizio sul sito INPS, inserendo le proprie credenziali (codice fiscale e PIN o SPID per consultare il certificato; codice fiscale e numero di protocollo per consultare l’attestato);
  • le fasce di reperibilità, durante le quali i lavoratori sono tenuti a essere reperibili per le visite mediche di controllo, che possono essere disposte d’ufficio dall’Istituto o su richiesta dei datori di lavoro per i propri dipendenti, cambiano tra settore privato e pubblico e sono le seguenti:  lavoratori privati: nelle fasce 10-12 e 17-19; lavoratori pubblici: nelle fasce 9-13 e 15-18.
  • se il lavoratore risulta assente alla visita domiciliare viene invitato a recarsi, in una data specifica, presso gli ambulatori della struttura territoriale INPS di competenza. È comunque tenuto a presentare una giustificazione valida per l’assenza per non incorrere in eventuali azioni disciplinari da parte del datore di lavoro.

Per consultare la guida, clicca qui:

https://www.inps.it/docallegatiNP/Mig/Allegati/Certificazione_malattia_visite_mediche_controllo_lavoratori_privati_pubblici.pdf