Normativa

02 agosto 2018 - Normativa

Certificato telematico e visite fiscali

Certificato telematico e visite fiscali

L’INPS ha pubblicato una guida sulla certificazione telematica e sulle visite mediche di controllo, ricordando in particolare che:

  • il lavoratore deve contattare prioritariamente il proprio medico curante che ha il compito di redigere e trasmettere il certificato in via telematica all’INPS. Certificato e attestato cartacei (l’attestato indica solo la prognosi, ossia il giorno di inizio e di fine presunta della malattia; il certificato indica la prognosi e la diagnosi, ossia la causa della malattia) sono accettati solo quando non sia tecnicamente possibile la trasmissione telematica.
  • il medico deve inserire nel certificato (solo se ricorrono) l’indicazione dell’evento traumatico e la segnalazione delle agevolazioni per cui il lavoratore, privato o pubblico, sarà esonerato dall’obbligo del rispetto della reperibilità.
  • il lavoratore deve prendere nota del numero di protocollo del certificato e controllare l’esattezza dei dati anagrafici e dell’indirizzo di reperibilità per la visita medica inseriti. Può inoltre verificare la corretta trasmissione del certificato tramite l’apposito servizio sul sito INPS, inserendo le proprie credenziali (codice fiscale e PIN o SPID per consultare il certificato; codice fiscale e numero di protocollo per consultare l’attestato);
  • le fasce di reperibilità, durante le quali i lavoratori sono tenuti a essere reperibili per le visite mediche di controllo, che possono essere disposte d’ufficio dall’Istituto o su richiesta dei datori di lavoro per i propri dipendenti, cambiano tra settore privato e pubblico e sono le seguenti:  lavoratori privati: nelle fasce 10-12 e 17-19; lavoratori pubblici: nelle fasce 9-13 e 15-18.
  • se il lavoratore risulta assente alla visita domiciliare viene invitato a recarsi, in una data specifica, presso gli ambulatori della struttura territoriale INPS di competenza. È comunque tenuto a presentare una giustificazione valida per l’assenza per non incorrere in eventuali azioni disciplinari da parte del datore di lavoro.

Per consultare la guida, clicca qui:

https://www.inps.it/docallegatiNP/Mig/Allegati/Certificazione_malattia_visite_mediche_controllo_lavoratori_privati_pubblici.pdf

30 luglio 2018 - Normativa

Riposi giornalieri per allattamento e assegno di maternità dello Stato

Domande in via telematica per riposi giornalieri per allattamento e assegno di maternità dello Stato

 Leggi tutto...

20 luglio 2018 - Normativa

Offerta di lavoro congrua – definizione

Offerta di lavoro "congrua" - il Ministero del lavoro ne dà la definizione

 Leggi tutto...

17 luglio 2018 - Normativa

Indennità di maternità

Indennità di maternità: spetta anche alla lavoratrice gestante assente dal lavoro per congedo straordinario per assistenza a familiari portatori di handicap grave

 Leggi tutto...

13 luglio 2018 - Normativa

Contratti a termine -modifica della disciplina con il D.L. n. 87 del 12 luglio 2018

Il cosiddetto "decreto dignità" è intervenuto sulla regolamentazione dei contratti a tempo determinato. Indichiamo le principali novità.

 Leggi tutto...

12 luglio 2018 - Normativa

TFR in busta paga: cessazione obbligo di erogazione

L’INPS ha emanato il messaggio n. 2791 del 10 luglio 2018, con il quale informa che, a decorrere da luglio 2018, non essendo stato adottato dal legislatore alcun provvedimento di proroga o reiterazione delle disposizioni normative (art. 1, co. 26 e seguenti, Legge 190/2014) che avevano previsto la possibilità per i lavoratori dipendenti del settore privato, in relazione ai periodi di paga dal 1° marzo 2015 al 30 giugno 2018, di richiedere ai rispettivi datori di lavoro di percepire in busta paga la quota maturanda del Trattamento di Fine Rapporto ( TFR) come Quota Integrativa della Retribuzione (Qu.I.R.), i datori di lavoro non saranno più tenuti a erogare in busta paga la quota maturanda del TFR per i dipendenti che ne abbiano fatto richiesta. Decadono, pertanto, gli obblighi informativi e contributivi della circolare INPS 23 aprile 2015, n. 82, fatte salve specifiche indicazioni, contenute nel messaggio, relative alle aziende che abbiano avuto accesso al finanziamento della Qu.I.R.

Per consultare il messaggio 2791/2018, clicca qui:

https://www.inps.it/MessaggiZIP/Messaggio%20numero%202791%20del%2010-07-2018.pdf

Per consultare la circolare 82/2015, clicca qui:

https://www.inps.it/CircolariZIP/Circolare%20numero%2082%20del%2023-04-2015.pdf

10 luglio 2018 - Normativa

Dichiarazione preventiva per la fruizione dei benefici normativi e contributivi

Online il nuovo sistema di verifica della regolarità contributiva ai fini della fruizione dei benefici normativi e contributivi

 Leggi tutto...

04 luglio 2018 - Normativa

Testo Unico Sicurezza del lavoro – Aggiornamento al 1° luglio 2018

Testo Unico Sicurezza del lavoro – Aggiornato al 1° luglio 2018

 Leggi tutto...

02 luglio 2018 - Normativa

Assegno nucleo familiare – rivalutazione livelli di reddito dal 1° luglio 2018

Assegno per il nucleo familiare – rivalutazione  dal 1° luglio 2018 dei livelli di reddito familiare

 Leggi tutto...

27 giugno 2018 - Normativa

Sanzioni in materia di salute e sicurezza – rivalutazione degli importi

Dal 1° luglio 2018 diventa operativa la rivalutazione degli importi per le sanzioni in materia di salute e sicurezza

 Leggi tutto...