02 Luglio 2014

Nuova procedura automatizzata di inquadramento dei datori di lavoro

L’INPS, con circolare n. 80 del 25 giugno 2014, ha semplificato la procedura automatizzata di inquadramento dei datori di lavoro, fornendo tutti i chiarimenti del caso alle imprese: il nuovo sistema attribuisce in tempo reale, con effetti su tipologia e misura dei contributi dovuti:

– matricola

– codice statistico contributivo

– eventuali codici di autorizzazione,

La classificazione viene effettuata in base a quanto autodichiarato dal datore di lavoro.

Al termine della procedura, l’INPS rilascia un codice statistico contributivo (CSC), composto da cinque cifre che identificano settore, classe e categoria dell’attività

Se le attività dell’impresa sono diverse, l’iscrizione va effettuata in relazione a quella prevalente: in pratica, l’inquadramento è unico ed è determinato dall’attività primaria. L’azienda ha comunque la possibilità di aprire una posizione anche per un’attività secondaria.

I datori di lavoro che inviano la domanda devono comunicare il corretto codice dell’attività economica, verificandolo nell’apposita tabella ATECO 2007.

La procedura automatizzata scatta solo per le domande presentate entro 45 giorni dall’apertura dell’attività; in caso contrario viene seguita la prassi ordinaria, di competenza della sede locale INPS (procedure piè approfondite, sempre svolte dalla sede di competenza, continuano ad applicarsi ai casi particolari).

Per consultare la circolare clicca qui