02 Ottobre 2017

Visite di controllo malattia: accreditamento dei datori di lavoro al Polo Unico

Istruzioni dell’INPS per l’accreditamento dei datori di lavoro pubblici e privati al Polo Unico delle visite mediche fiscali

L’INPS, con messaggio del 26 settembre 2017 n. 3685, che segue il precedente messaggio 3265/2017 (vedi nostra news del 21 settembre 2017) informa i datori di lavoro pubblici e privati delle nuove modalità di richiesta di accreditamento al Polo Unico delle visite mediche fiscali, con l’obiettivo di semplificare le operazioni per disporre le visite fiscali ai dipendenti in malattia – su richiesta dei datori di lavoro pubblici e privati o d’ufficio – dopo che dallo scorso primo settembre è ufficialmente entrata in vigore la riforma che, con il D.Lgs. 75/2017, ha introdotto il Polo Unico delle Visite Fiscali, interamente gestito dall’INPS.

In sintesi, le modalità sono le seguenti:

  1. compilazione e sottoscrizione del modulo (modello SC65 o SC62);
  2. invio a mezzo PEC del modulo compilato e sottoscritto alla sede dell’INPS territorialmente competente allegando:

– copia/e del/i documento/i di riconoscimento del/i sottoscrittore/i

– l’eventuale provvedimento di conferimento di delega o incarico da parte del legale rappresentante, qualora l’autorizzazione non sia sottoscritta direttamente da quest’ultimo;

  1. la sede INPS, dopo aver provveduto all’attivazione del PIN, comunica all’ente richiedente, a mezzo PEC, la disponibilità dello stesso e lo invita a ritirarlo. Il ritiro potrà essere effettuato da parte di un soggetto a ciò incaricato dal legale rappresentante e/o suo delegato come sopra previsto;
  2. l’operatore INPS, al momento del ritiro, verifica che l’incaricato sia munito di apposita delega al ritiro del PIN e fa sottoscrivere allo stesso una ricevuta di consegna dei PIN ritirati.

Ricordiamo che resta ancora da attuare la disposizione, prevista sempre dal decreto attuativo della Riforma Madia, sull’unificazione fra pubblico e privato delle fasce orarie di reperibilità. Al momento, per il settore pubblico le fasce orarie vanno dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, mentre per il privato dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19.

Per consultare il messaggio, clicca qui

https://www.inps.it/MessaggiZIP/Messaggio%20numero%203685%20del%2026-09-2017.pdf