16 Dicembre 2016

Voucher per l’acquisto di servizi di baby-sitting esteso alle lavoratrici autonome

L’Inps, con la circolare n. 216 del 12 dicembre 2016, fornisce le istruzioni operative relativamente all’estensione dell’erogazione del voucher per l’acquisto di servizi di baby-sitting o per fare fronte agli oneri dei servizi per l’infanzia, alle madri lavoratrici autonome o imprenditrici.

Lavoratrici interessate: possono accedere al beneficio in questione le madri lavoratrici autonome o imprenditrici, comprese le artigiane ed esercenti attività commerciali e le coltivatrici dirette, mezzadre e colone, aventi diritto al congedo parentale. L’accesso al beneficio presuppone però la rinuncia a mesi di congedo parentale corrispondenti alle mensilità di beneficio concesse (rammentiamo che per le predette categorie di lavoratrici il diritto al congedo parentale è fruibile per un massimo tre mesi entro l’anno di vita del bambino oppure entro un anno dall’ingresso in famiglia del minore adottato/affidato, a condizione che la lavoratrice sia in regola con il versamento dei contributi.

Misura e durata del beneficio: il contributo è pari ad un importo massimo di 600,00 euro mensili per un periodo massimo di tre mesi.

Nel caso in cui la madre lavoratrice richieda il contributo per l’acquisto dei servizi di baby sitting, l’Istituto corrisponderà alla lavoratrice madre 600 euro in voucher per ogni mese di congedo parentale al quale la stessa rinuncia

Il contributo per la fruizione della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati, invece, verrà erogato attraverso pagamento diretto da parte dell’INPS alla struttura prescelta dalla lavoratrice madre, dietro esibizione, da parte della struttura stessa, della documentazione attestante l’effettiva fruizione del servizio, fino a concorrenza dell’importo di 600 euro mensili per ogni mese di congedo parentale cui la lavoratrice rinuncia.

Modalità di presentazione della domanda: la domanda deve essere presentata all’INPS esclusivamente attraverso il sito web istituzionale, accedendo direttamente tramite PIN dispositivo oppure tramite patronato. Le istruzioni per la presentazione della domanda di beneficio sono consultabili sul sito web istituzionale attraverso il seguente percorso: home>concorsi e gare> avvisi.

Termini e condizioni per la presentazione delle domande: possono presentare domanda di beneficio le madri lavoratrici autonome che, alla data del 11 novembre 2016, e fino al 31.12.2016, si trovino nelle seguenti condizioni:

Per consultare la circolare clicca qui

http://www.inps.it/CircolariZIP/Circolare%20numero%20216%20del%2012-12-2016.pdf