Normativa

27 Giugno 2008 - Normativa

Gestione dei rapporti di lavoro – Le novità del Decreto 112/08

L'art. 39 del Decreto Legge n. 112 del 25 giugno 2008 ha sostituito il libro paga ed il libro matricole con il Libro Unico del Lavoro, in cui vanno iscritti tutti i lavoratori (subordinati, a progetto e associati in partecipazione), con indicazione della qualifica, del livello, della retribuzione base, del'anzianità di servizio e delle relative posizioni assicurative. Nel libro unico del lavoro deve essere effettuata ogni annotazione relativa a dazioni in danaro o in natura a qualsiasi titolo corrisposte o gestite dal datore di lavoro; il Libro Unico dovrà altresì contenere un calendario delle presenze, con indicazione dell'orario di lavoro (compresi gli straordinari) di ciascun lavoratore subordinato. Il Ministero del Lavoro, il 25 luglio 2008, definirà modalità e tempi per la tenuta del Libro Unico del Lavoro.

27 Giugno 2008 - Normativa

Dimissioni Volontarie – Abrogata la procedura telematica

L'art. 39, c. 10, lettera l) del Decreto Legge n. 112 del 25 giugno 2008 ha abrogato la procedura telematica per presentare le dimissioni volontarie, prevista dalla legge 188/07.In sostanza, il lavoratore potrà rassegnare le proprie dimissioni al datore di lavoro senza dover compilare il modulo informatico presente sul sito del Ministero del Lavoro.

13 Giugno 2008 - Normativa

Detassazione degli straordinari, del lavoro supplementare e dei premi aziendali

Il Governo, con decreto legge 27 maggio 2008 n. 93, ha introdotto un'imposta sostitutiva dell'imposta sul reddito delle persone fisiche e delle addizionali regionali e comunali pari al 10%, entro il limite di 3000 euro lordi per le somme erogate a titolo di straordinario, lavoro supplementare e premi aziendali. Tale detassazione si applica ai soli lavoratori con reddito lordo non superiore a 30.000 euro. Si tratta di un regime sperimentale, in vigore dal 1 luglio 2008 al 31 dicembre 2008.

06 Maggio 2008 - Normativa

Sicurezza sul lavoro – Nuovo Testo Unico

In data 30 aprile 2008 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 101 - Supplemento ordinario n. 108, il D. lgs. 9 aprile 2008, n. 81, attuativo della l. 123/2007 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.Il nuovo Testo Unico sulla sicurezza, pertanto, entrerà in vigore il 15 maggio 2008.Sono, tuttavia, previsti termini diversificati per l'entrata in vigore di alcune norme.Le disposizioni in tema di valutazione dei rischi, in particolare per quanto concerne l'adozione da parte del datore di lavoro dei documenti obbligatori (cfr. artt. 17, c. 1 lett. a e 28 del decreto), entreranno in vigore il 29 luglio 2008.Per quanto concerne, infine, la peculiare disciplina sulla protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a radiazioni ottiche (titolo VIII, capo V del decreto),la data di entrata in vigore è il 26 aprile 2010.

03 Aprile 2008 - Normativa

Sicurezza sul lavoro – modifiche

Approvato il decreto legislativo che da attuazione alla delega conferita con L. 123/07

Il 1° aprile 2008 il Consiglio dei Ministri approvato il decreto legislativo (in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale) che, in attuazione della legge 123/2007, raccoglie le disposizioni in materia di igiene e sicurezza sui posti di lavoro.

Tra i punti salienti figurano:l'istituzione di organismi interministeriali di indirizzo politico, consultivi e di coordinamento con enti pubblici che hanno compiti di prevenzione, formazione, vigilanza, salute e sicurezza del lavoro l'individuazione degli obblighi di datori di lavoro e dirigenti nonché dei requisiti della delega di funzioni l'individuazione degli obblighi e delle responsabilità che gravano sui soggetti coinvolti nel processo di produzione, la definizione dell'oggetto e delle modalità di valutazione del rischio, la regolamentazione della protezione e prevenzione del rischio,

l'obbligo del datore di lavoro alla formazione, informazione e addestramento del lavoratore titoli e requisiti del medico competente alla sorveglianza sanitaria, le disposizioni in materia di intervento per emergenza, pronto soccorso, prevenzione degli incendi, le modalità di consultazione e partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori, le statistiche degli infortuni e delle malattie professionali, il nuovo apparato sanzionatorio.

27 Marzo 2008 - Normativa

Radio e Televisioni Private – Rinnovata la parte economica del Ccnl per i dipendenti da imprese radiotelevisive private

Il 17 marzo 2008 la FRT, RNA, ANICA e Slc - Cgil, Fistel - Cisl, Uilcom - Uil hanno raggiunto un accordo per il rinnovo del II biennio economico del C.C.N.L 8 novembre 2006 per le imprese radiotelevisive private.

L'accordo prevede l'erogazione di incrementi retributivi, con decorrenza dall'1 aprile 2008 e 1 marzo 2009, nonché la corresponsione di una tantum a copertura del periodo di carenza contrattuale ( 1 gennaio 2008 - 31 marzo 2008) da erogare con la retribuzione del mese di aprile 2008.

TABELLE DEI NUOVI MINIMI

Dal 1° aprile 2008

Quadri - Impiegati - Operai

Livelli

Minimo

Contingenza

E.d.r.

Ind.funzione

Retribuzione mensile

06 Marzo 2008 - Normativa

Sicurezza sul Lavoro: Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legislativo per la sicurezza sul lavoro

Il 6 marzo 2008 il Consiglio dei Ministri ha discusso ed approvato uno schema di decreto legislativo per dare attuazione alla delega conferita al Governo dalla L. 123/07 in materia di salute e sicurezza del lavoro. Lo scopo del decreto è quello di ridurre gli infortuni sul lavoro, uniformando la materia alle direttive comunitarie e alle convenzioni internazionali. Il provvedimento: - amplia l'ambito di applicazione delle disposizioni in materia di salute e sicurezza, estendendo la tutela a tutti i lavoratori che operano in azienda, senza alcuna differenziazione di tipo formale e, quindi, anche ai lavoratori autonomi; - prevede la rivisitazione e il coordinamento delle attività di vigilanza, anche attraverso la creazione di un sistema informativo pubblico relativo ad infortuni, ispezioni e sicurezza sul lavoro; - stabilisce il finanziamento delle azioni promozionali per la sicurezza sul lavoro e la revisione del sistema sanzionatorio; - alleggerisce gli adempimenti burocratici a carico delle imprese. Il decreto dovrà superare il vaglio delle commissioni parlamentari e della Conferenza Stato-Regioni. Dopodiché dovrà tornare al Consiglio dei Ministri per l''approvazione definitiva.

22 Febbraio 2008 - Normativa

Dimissioni: la nuova procedura

È stato pubblicato sulla G.U. n. 42 del 19/02/07 il Decreto Interministeriale del 21 gennaio 2008 concernente le dimissioni volontarie. Il decreto non si limita ad adottare il modello informatico per la comunicazione delle dimissioni ma contiene una regolamentazione precisa della procedura da seguire per garantire la certezza dell'identità del richiedente che invia una Dimissione Volontaria e la riservatezza dei dati personali I passi sono i seguenti: 1) registrazione sul sito del ministero (www.lavoro.gov.it) : sono abilitati ad accedere al sistema esclusivamente i lavoratori o loro delegati (Servizi per l'Impiego, i Comuni, o altri enti pubblici delegati (DPR, DRL); Sindacati/Patronati) che intendono rescindere da un contratto di lavoro. La registrazione consente il riconoscimento dell'utente e quindi la certezza dell'identità 2) invio online del modulo che avviene compilando tutte le informazioni richieste (dati del lavoratore, rapporto di lavoro, data di dimissione, ecc.). Al termine della compilazione, il modulo viene protocollato (certificazione della data certa), viene attribuito un codice univoco di comunicazione, ed i dati vengono inviati ai soggetti istituzionali attraverso il sistema di cooperazione applicativa. L'esito dell'operazione viene confermato mediante il rilascio della Ricevuta di transazione 3) stampa della pratica: l'utente potrà stampare la ricevuta rilasciata dal sistema informatico 4) consegna del modulo stampato al datore di lavoro che, poi, entro cinque giorni dalla cassazione del rapporto, dovrà inviare la comunicazione obbligatoria Sarà possibile intervenire nel sistema successivamente alla compilazione del modulo per: · verificare le dimissioni inoltrate (ricerca per codice univoco, per data, per CF lavoratore, per datore di lavoro) · annullare una dimissione volontaria, attraverso apposita comunicazione effettuata con gli stessi meccanismi di delega e con un sistema di ricevute atte a garantire la certezza dell'identità dell'utente e la riservatezza dei dati personali. Il Decreto Ministeriale entra in vigore il 05/03/08 e, ad oggi, quindi, non è ancora attivo il sistema di registrazione e invio del modulo sul sito internet.

13 Novembre 2007 - Normativa

Dimissioni – Utilizzo di Modulistica Specifica

Il 23 novembre 2007 entrerà in vigore la Legge 17 ottobre 2007 n. 188 recante "Disposizioni in materia di modalità per la risoluzione del contratto di lavoro per dimissioni volontarie della lavoratrice, del lavoratore, nonché del prestatore d'opera e della prestatrice d'opera" volta a vietare le dimissioni in bianco, talvolta fatte sottoscrivere al lavoratore all'atto dell'assunzione. La lettera di dimissioni volontarie deve essere presentata dal prestatore d'opera, pena la sua nullità, su appositi moduli predisposti e resi disponibili, gratuitamente, dalle direzioni provinciali del lavoro e dagli uffici comunali. I moduli saranno realizzati secondo le direttive definite con decreto ministeriale da emanarsi entro tre mesi dall'entrata in vigore della legge, ed avranno una validità di quindici giorni dalla data di emissione, riporteranno un codice alfanumerico progressivo di identificazione, la data di emissione, nonché spazi, da compilare a cura del firmatario, dedicati all'identificazione del prestatore d'opera, del datore di lavoro, della tipologia di contratto da cui si intende recedere, della sua data di stipulazione e di ogni altro elemento ritenuto utile.

I moduli saranno resi disponibili anche sul sito internet del Ministero del lavoro e della previdenza sociale.

La procedura si applica oltre che ai contratti di lavoro subordinato, anche ai contratti di collaborazione coordinata e continuativa, ai contratti di collaborazione a progetto, ai contratti di collaborazione a natura occasionale, i contratti di associazione in partecipazione di cui all'articolo 2549 del codice civile per cui l'associato fornisca prestazioni lavorative e i cui compensi siano qualificati come redditi da lavoro autonomo, ai contratti di lavoro instaurati dalle cooperative con i propri soci.

(Legge 17 ottobre 2007 n. 188 - Pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 260 dell'8 novembre 2007)